Campus Universitario di Novara

Il Campus Universitario di Novara completa il recupero dell’ex-caserma ottocentesca “Perrone” all’interno del centro storico, per l’Università del Piemonte Orientale con realizzazione di: biblioteca, aula Magna, aule per la didattica, mensa, sale studio, college per studenti, servizi commerciali. Inverte l’attuale condizione di “recinto” impermeabile dell’impianto militare individuando tre ambiti concentrici che delimitano aree pubbliche - la “corona esterna” - semi-pubbliche - “il connettivo intermedio” - e private - il cuore del sistema universitario. Al centro l’ambito più privato con il nuovo padiglione C che accoglie le aule didattiche. Il secondo ambito è destinato ai grandi servizi universitari: mensa, sale studio, biblioteca e aula magna. Un terzo ambito pubblico accoglie le funzioni di connessione con la città: residenza universitaria, esercizi commerciali e servizi.
L’area totale è di 3,7 ha; la Slp di 22.700 mq per una volumetria di 144.900 mc.
Le opere da realizzare ammontano a 19,3 milioni di € per un finanziamento complessivo di 25,3.

Campus Universitario di Novara
In ATI (vincitrice del Concorso Internazionale) con: ODB Architects, Roberto Cagnoni, Fabiano Trevisan, Alberto Tricarico (strutture e sicurezza), Manens Intertecnica Srl (impianti); consulenti: Giovanni Escuriale (prevenzione incendi); Alessandro Placci - Studium Progetti (acustica); Raffaella Rolfo - Geomar it S.n.c. (rilievo); Giorgio Miglio (capitolati e computi edili); collaboratori: Elisa Airoldi, Laura Andreoni, Pasquale Arcucci, Valentina Azzali, José Bove, Alberto Cattaneo, Erica Ciffo, Gabriele Corbetta, Daria De Paoli, Ettore Peonia, Giuliana Picchio, Emanuel Pozzoni, Sara Felicita Provenzali, Michele Raffaeli, Stefano Rova, Marco Tarabella.